organizzare un trasferimento di lusso

Come organizzare un trasferimento di lusso in auto

Se lavori nel campo dei viaggi o in quello della gestione meeting ed eventi, sapere come organizzare un trasferimento di lusso in auto è il minimo per offrire un servizio inappuntabile ai tuoi clienti. La buona riuscita di un transfer dipende dalle tue abilità e da una serie di aspetti che non puoi permetterti di trascurare. Pena un flop e una pessima figura come professionista del settore.

Come programmare un transfer con auto privata deluxe? È quello che vedremo nel corso dell’articolo. Annota i 6 punti che toccheremo e non tralasciarne nessuno nel tuo prossimo piano di gestione dei trasferimenti in auto con conducente. Ecco cosa fare.

Decidere il percorso con il cliente

Che si tratti di transfer aziendale, di un semplice trasferimento auto da o per l’aeroporto, di trasporto via terra per eventi sportivi o di spettacolo, il primo step da considerare è decidere il percorso con il cliente. La scelta del tragitto di un trasferimento auto con conducente dipende dal tempo che ha a disposizione il cliente.

Se i tempi sono stretti, stabilisci con lui il percorso più breve per arrivare a destinazione. Se il cliente ha più tempo, puoi proporgli un mini-tour per le strade più caratteristiche della città, intanto che raggiunge la sua meta. Per organizzare un trasferimento di lusso vanno messe in conto tutte le richieste dell’ospite. Per esempio, fermarsi in un ristorante raffinato per un pranzo o in un bar lounge di lusso per un aperitivo. Oppure, visitare una mostra a cui tiene molto.

Il tuo dovere, come travel manager di alta gamma, è quello di soddisfare le aspettative. E questo significa garantire precisione nel servizio offerto, ma anche massima disponibilità sul percorso verso la location.

Da leggere: come scegliere noleggio auto, consigli di Clab

Gestire i fuori programma

Un transfer di lusso con conducente per clienti VIP non deve limitarsi a uno spostamento in berlina deluxe o in Van prestigiosi. Deve coincidere con una vera e propria esperienza di viaggio. E deve rispondere ai desideri del cliente, anche a quelli più capricciosi. Decide improvvisamente di cambiare il programma che avevate concordato? Ti si richiede flessibilità e gestione degli imprevisti.

Nel tuo plan, quindi, cerca di prevedere tutta una serie di alternative per non farti cogliere impreparato in caso di fuori programma. Il cliente vuole fermarsi un giorno in più e trascorrere una serata in un locale esclusivo? Fatti trovare pronto con una lista di club e un autista a disposizione per tutta la notte.

Ha conosciuto delle persone importanti e vuole fare un giro in città con loro? Offrigli subito un van deluxe per spostamenti in gruppo e riforniscilo del necessario per un “benvenuti a bordo” dedicato ai suoi ospiti. Insomma, se ti si chiede di organizzare un trasferimento di lusso non lasciare mai nulla al caso e non essere impreparato di fronte agli imprevisti.

Lavorare sul profilo autista

Un punto da non trascurare mai per la buona riuscita di un transfer privato con auto di lusso è la scelta dell’autista giusto. Prima di assegnarne uno al tuo prossimo cliente, lavora sul suo profilo. Quali doti ha uno chauffeur professionista per trasferimenti luxury?

  • Parla le lingue straniere, per poter comunicare con naturalezza e rispondere alle richieste del cliente.
  • Conosce tutti i percorsi alternativi, per poter cambiare tragitto in caso di inconvenienti sul percorso.
  • È educato e cordiale, senza però mostrare troppa confidenza con l’ospite in auto.
  • Sa dare consigli al cliente sui luoghi da visitare o in cui fermarsi per fare shopping o mangiare qualcosa.
  • È molto discreto e rispetta la privacy dei passeggeri.

Quando stai per organizzare un trasferimento di lusso in auto, inserisci nella tua checklist la voce “Profilo autista” e assicurati che quello selezionato possegga tutte queste caratteristiche. Ne va del successo del tuo lavoro e dell’ottima impressione sul cliente.

Soste speciali per shopping

Quando si è in viaggio per lavoro o per svago, uno dei passatempi preferiti è fare shopping. Specie se si tratta di un trasferimento in auto a Milano o di un transfer con conducente a Roma, inserisci nel tuo travel plan delle soste per acquisti nelle migliori boutique della città.

Di solito è il cliente a farti questo genere di richiesta, ma brillerai per professionalità e intraprendenza se gli consiglierai qualche negozio prestigioso per la sua voglia di shopping.

Stupiscilo proponendogli una sosta in una storica sartoria della città o fallo accompagnare nell’atelier di noti Brand di moda. E se è appassionato di vino, suggeriscigli di visitare una prestigiosa cantina o un’azienda vinicola tradizionale. Non porre limiti alla tua fantasia: anche botteghe orafe o di alta orologeria faranno felice il tuo cliente. Sii propositivo e originale: di sicuro farai colpo, insieme alla tua professionalità.

Gastronomia: dove mangiare?

Tra i dettagli di un transfer privato da organizzare con cura c’è la voce “Gastronomia”. Ovvero: dove mangiare qualcosa di davvero unico e tipico, durante un viaggio lontano da casa. Crea un report dettagliato con tutti i migliori ristoranti della zona e quelli alla moda, classificandoli per pietanze, tipo di cucina e presenza o meno di chef stellati.

Fai particolare attenzione alle tue proposte e cerca di orientarle in base ai gusti del cliente. Informati, quindi, su cosa apprezza mangiare e cosa invece non gradisce il suo palato. Se è vegetariano, sarebbe una gaffe imperdonabile proporgli un ristorante specializzato in piatti di carne pregiata.

Se il cliente ha una personalità curiosa e aperta a nuovi sapori, sono perfetti i ristoranti con cucina etnica e ricercata. Non limitarti al trasferimento in auto con conducente: rendi, piuttosto, memorabile il soggiorno del cliente. E fallo prendendolo anche per la gola.

Punto decisivo: i desideri del cliente

Organizzare un trasferimento di lusso significa offrire un servizio ineccepibile, preciso e confortevole a chi ne ha bisogno. Sbagli se pensi che sia sufficiente avere un veicolo pulito, esteticamente gradevole e un autista a disposizione. Il punto fondamentale per distinguere un transfer riuscito da un banale spostamento è realizzare tutti i desideri del cliente. Quelli che ti manifesta e quelli che devi anticipare.

Come conoscere i desideri dei clienti? Chiedendogli tutte le informazioni sulle sue necessità e provando a tratteggiare un profilo della sua personalità. Domandagli, per esempio, cosa ama fare nel tempo libero o quali sono i suoi hobby. Scopri cosa conosce già della città e cosa ignora.

Punta sulle sue passioni e poi prepara un calendario di possibili tappe da presentargli, con svaghi culturali, tour culinari e passeggiate nei luoghi più suggestivi. Trasforma, cioè, un semplice trasferimento in auto in una vacanza indimenticabile, se il tempo a disposizione lo permette.

Da leggere: la migliore auto per un viaggio fuori città

Organizzare un trasferimento di lusso

Ti diamo un ultimo consiglio, prima di lasciarti all’organizzazione di un transfer con auto di lusso. Per fare la differenza tra te e altri travel manager o organizzatori di meeting ed eventi, cura alla perfezione i dettagli. Sono le piccole cose a rendere speciale il tuo servizio. Per esempio? Un’auto addobbata di tutto punto per uno spostamento nel massimo del comfort e dell’eleganza.

Se non sai come preparare il van o le berline, chiedici un consiglio nei commenti. Se, invece, hai bisogno di auto con conducente e vuoi demandare a noi tutta la preparazione di un trasferimento deluxe, contattaci e troveremo insieme la miglior soluzione di viaggio. Il successo con il cliente sarà tutto merito tuo.

avatar

Riccardo Esposito

author
Sono un web writer e un blogger freelance, mi occupo di scrittura e lavoro con il mondo del turismo online. Scrivo articoli e guide per chi ama viaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *